IL MARCHIO DS SPONSOR DEL PROGETTO "PYRAMID" AL LOUVRE


Il grande progetto chiamato "Pyramid", che ha avuto inizio nel 2014, ha reso ancora più spettacolare l'iconico ingresso del museo e l'ha reso adatto per accogliere al meglio i 9 milioni di visitatori che arrivano ogni anno. Il tutto senza dover intervenire sull'architettura dell'edificio.

 

Sponsor del Louvre dal 2015, il marchio DS è particolarmente legato alla piramide di Ieoh Ming Pei, che incarna lo spirito d'avanguardia, così naturalmente ha dato il proprio supporto al progetto.

"Se siete alla ricerca di ciò che hanno in comune il Louvre e il marchio DS, è la loro filosofia che punta a unire sempre passato e presente per costruire il futuro. Abbiamo una visione condivisa basata sull'eccellenza e sull'eleganza, il know-how e l'innovazione tecnologica - una visione che diffonde la prestigiosa immagine della Francia nel mondo", dice Yves Bonnefont, amministratore delegato del marchio DS, parlando del sostegno dato al Louvre dal 2015.

 

"Ci sembrava quindi perfettamente naturale contribuire al progetto Pyramid. È stato un progetto ambizioso realizzato e sovrastato da quella magnifica opera d'arte avant-garde che è la piramide. Un lavoro a cui siamo particolarmente legati in DS, perché riecheggia in maniera perfetta lo spirito d'avanguardia che vogliamo incarnare".

 

Iniziato nel 2014, il progetto Pyramid recentemente completato migliorerà certamente l'esperienza dei visitatori del museo del Louvre. L'obiettivo era quello di riorganizzare la sala d'ingresso sotto la piramide e offrire un benvenuto ancora più piacevole ai 9 milioni di visitatori che ogni anno si recano al museo. Il progetto di ristrutturazione originale, risalente al 1989, si basava su una previsione di 4,5 milioni di visitatori all'anno. La sfida di oggi è stata quella di trovare soluzioni concrete, senza fare alcun lavoro sull'architettura dell'edificio e senza dover chiudere il museo al pubblico durante i lavori.

 

E così è stato fatto. Raddoppiati i punti di controllo all'ingresso per rendere più fluido il flusso dei visitatori, creati due sportelli informativi facilmente individuabili ma al riparo dal rumore, oltre a una biglietteria centralizzata e ad aree più grandi per la preparazione di visite guidate... sono solo alcuni dei miglioramenti che si possono godere a partire da oggi, in aggiunta ai nuovi spazi del Pavillon de l'Horloge, che sono stati anch’essi inaugurati ieri.