Marchio DS

EREDITÀ

DS Leggendaria

Eleganza futurista, linee pure, perfezione tecnologica… Sin dalla presentazione al Salone dell'auto del 1955 il cuore dei visitatori cominciò a battere più forte scoprendo la DS 19. Nasce una passione eterna.

I designer

"Pierre Boulanger Un visionario"

Ingegnere di formazione, vicino alla famiglia Michelin e amministratore delegato di Citroën, avvia nel 1938 il progetto VGD (vettura a grande diffusione), che darà origine alla DS, 17 anni più tardi e 5 anni dopo la sua morte

Flaminio Bertoni

Artista - Scultore

Il talentuoso scultore italiano, designer e artista, dirige il Centro stile Citroën tra il 1932 e il 1964. Sarà lui a disegnare e scolpire la linea aerodinamica e futurista dell'auto cult del XX° secolo: la DS 19.

André Lefèbvre

Ingegnere virtuoso

Ingegnere aeronautico e pilota collaudatore,  André Lefèbvre mostra tutto il suo talento con la DS 19. Ruote motrici anteriori, aerodinamica, leggerezza e bilanciamento hanno reso la DS 19 un'auto rivoluzionaria.

ANNI 50 - LA GLORIA

Al Salone del 1955 entra in scena l'oggetto culto che segnerà la seconda metà del XX secolo

Il giovedì 6 ottobre 1955, visitatori, giornalisti e concorrenti scoprono con stupore e ammirazione l'auto che fa passare in secondo piano tutte le altre. Le sue linee futuriste e le tecnologie d'avanguardia rivoluzionano il mondo dell'auto e del design. A fine giornata saranno 12.000 le DS 19 vendute… Alla chiusura del salone, dieci giorni più tardi, gli ordini confermati saranno circa 80.000!

LA DS CONQUISTA IL MONDO

Al suo passaggio tutti girano la testa, gli ammiratori si accalcano ovunque per scoprire i segreti del confort ineguagliato della sospensione idropneumatica, e la straordinaria potenza della frenata ad assistenza idraulica

1956 – 1959 la DS ha le carte in regola per conquistare il mondo

Assemblata all'estero ed esportata nella maggior parte dei Paesi occidentali, è  pioniera del mondo globale.

Due nuovi modelli, una versione "break", quattro tinte inedite e qualche ritocco estetico tengono viva la passione.

LA DS DIVENTA PRESTIGE

1959 - il colpo da maestro

Tutta nera, paratia di separazione per l'autista, selleria grigia con panchetta in pelle e tessuto,  interfono, autoradio e telefono in opzione: la DS 19 Prestige s'impone da subito come l'auto dei grandi dirigenti, politici e industriali

LE VITTORIE AL RALLY DI MONTECARLO,

Grande stradista, la DS si pone anche al comando della categoria sportiva

Prima nella categoria di auto da 1.300 a 2.000 cm3 e delle vetture francesi, settima in classifica generale al Rally di Montecarlo nel 1956, la DS 19 s’impone sin dalla prima partecipazione. Seguirà una lunga serie di vittorie.  Nel 1959 è  prima in classifica generale e vince la Coppa Costruttori. Nel 1966 la DS, versione 21, vince il titolo. E' l'apoteosi

ANNI 60 : I GIORNI FELICI

La DS conserva il vantaggio e la distanza dalla concorrenza.

Nuova cabriolet, nuove motorizzazioni, nuovi equipaggiamenti, nuova aerodinamica, nuove prestazioni: solo una DS può superare  DS.

NUOVO FRONTALE E NUOVO SGUARDO

Con il motore da 2.175 cm3 e 109 cv la DS 21 raggiunge nel 1965 una velocità di punta di 175 km/h. 1967 – in questo anno si definisce il nuovo frontale di DS, con un’innovazione di sicurezza che introduce i fari supplementari a comando direzionale e dinamico, montati di serie. DS illumina ora l’interno delle curve prima di affrontarle

Il 1969 segna la nascita del nuovo design della plancia, con un’ampia visiera che sovrasta tre quadranti di forma rotonda e di un’importante innovazione meccanica: il motore elettronico a iniezione. La DS 21 supera i 185 km/h

DS CABRIOLET, L'ECCEZIONE

1960 - nasce una star

Linee essenziali, finiture perfette, sellerie in pelle e, dal 1964, fari addizionali e modanature esclusive: la DS Cabriolet è l’opera dello stilista Henri Chapron.

Sedili più imbottiti, schienali più alti, sellerie esclusive in pelle: la DS Pallas offre una qualità di finitura inedita

LA DS PALLAS, L'INCANTATRICE

La bella erede del lusso alla francese

Fasce e luci posteriori cromate, modanature esclusive e fari addizionali: lo splendore discreto del lusso

LA DS PRESIDENZIALE, L'AMBASCIATRICE

L’auto ufficiale della Francia scelta dal generale De Gaulle accoglie con orgoglio a bordo tutti i grandi del mondo dell’epoca

L’auto ufficiale ordinata dalla presidenza della Repubblica viene consegnata all’Eliseo nell’autunno del 1968. Come indicato nelle richieste, con i suoi 6,53 metri, è più lunga della Lincoln del presidente degli Stati Uniti.

ANNI 70 : L’APOGEO

Dopo vent'anni di carriera esemplare, la DS esce di scena nel luglio del 1975

Nel 1970 e 1971 le evoluzioni della DS riguardano essenzialmente la trasmissione, dotata inizialmente di serie di un cambio meccanico a 5 rapporti, e l’anno successivo da un cambio automatico a tre rapporti. Nel 1972 la DS 21 è sostituita dalla DS 23 ( 2 347 cm3, 141 cv, circa 190 km/h). Sarà forse l’ultima innovazione della DS. Sono molti quelli che considerano la SM il prolungamento della DS

LA SM

Simbolo dell'età d'oro

La SM presentata al Salone di Ginevra nel 1970 è il GT alla francese che tutto il mondo dell’auto attendeva. Linea futurista, qualità DS e motore a sei cilindri a V : la quintessenza dello spirito DS.